Itinerario culturale 2: Marrakech-Erg Chebbi

Marrakech -OuarzazateTazzarineErg-Chebbi – Gole del Todra e del Dades.

Attraversiamo il Marocco da Ovest a Est, minimo 7 giorni…
… con alcuni cambiamenti in questo circuito


Vedi la mappa grande

Durante questa vacanza di 11 giorni attraverso il Marocco, conoscerai il Sud del paese, scoprirai la geografia del territorio e la sua gente, dalla montagna dell’Alto Atlante al deserto del Sahara, con i suoi incredibili contrasti paesaggistici e culturali. Per conoscere un paese e la sua gente ci vorrebbe una vita, con questo itinerario cerchiamo di conoscere il Marocco più autentico con tutte le sue diversità e generosità

Se desideri maggiori informazioni, contattaci.

Primo giorno
Inizia l’avventura: Marrakech

Iniziamo il nostro viaggio nella città di Marrakech, il cui nome originale nella lingua berbera è Tamurt n Akkuc, Terra di Dio. Si tratta di una delle città più importanti del Marocco, situata ai piedi dell’Atlante a 466 metri di altezza. Conta numerosi monumenti catalogati come Patrimonio dell’Umanità, per cui risulta essere la città più visitata dell’intero paese.

Secondo giorno
Terre berbere: Ouarzazate

Spendiamo solo un giorno in questa meravigliosa città, per iniziare il nostro lungo cammino a Ouarzazate e attraversare il paese da sogno dell’Alto Atlante. Il nome di Ouarzazate, proviene da una frase berbera che significa “silenzioso” o “senza confusione”. La città è conosciuta per la sua vicinanza ai monti dell’Atlante, Jbel Saghrou e la valle del fiume Draa.

Terzo e quarto giorno
Le kasba, l’architettura tra le palme: Tazzarine.

Proseguiamo in direzione Tazzarine e attraversiamo le montagna di Ait-Saoun. Passando per i villaggi di Agdz e Transikht, scopriamo un paese di palmeti e di popoli berberi. Facciamo una breve sosta a Tazzarine, una città di kasbe fiancheggiate da spettacolari passaggi. Se abbiamo tempo, possiamo arrivare a Zagora, dove possiamo ammirare la valle del Draa e le isolate dune di Tinfou e l’Erg Chigaga.

Quinto, sesto e settimo giorno
Il deserto, il nostro villaggio: Hassi-Labied-Merzouga

Riprendiamo il nostro cammino fino ad HassiLabied, la nostra casa, un villaggio a 5 Km da Merzouga, di fronte all’erg Chebbi, un’enorme estensione di dune in movomento. Durante il nostro soggiorno ad Hassi Labied, possiamo visitare: Merzouga, il mercato di Rissani, la cava dei fossili, le dune dell’Erg Chebbi e gli accampamenti dei nomadi, M’fis, Mharch, Taouz, i tumuli, Khamilia dove potremo ascoltare la musica Gnawa in diretta ed infine visitare i laghi di Sergi e Yasmina.

Ottavo giorno
La valle delle mille Kasba: gole del Todra-cascate del Dades, gole del Dades.

Avanziamo in direzione di Tinghir e le gole del Todra. Da lì proseguiamo per le cascate di Dades ai piedi della parete dell’Atlante Centrale. La veduta dalla parete che domina la città è eccezionale con il fiume Dades al sud e le kasba ocra che cambiano colore con la luce del sole. Devieremo dall’itinerario per pasarse la notte nelle gole del Dades e ammirare le sue favolose formazioni rocciose ed i rilievi carsici della zona.

Nono, decimo ed undicesimo giorno
La prima città imperiale: Ouarzazate-Marrakech

Il giorno seguente risaliamo verso Ouarzazate e attraversiamo la fantastica valle del Dades, passando per M’Gouna e Skoura.

Lasciamo Ouarzazate e ci dirigiamo verso Marrakech, conosciuta come la città rossa, per il colore dei suoi edifici. Fondata nel 1062 da Youssef Ibn Tachfin, è diventata una delle città più importantidell’Islam nel periodo medioevale è ha dato il nome al paese: Marocco.

Uno dei posti più emblematici di Marrakech è la piazza Jamaa el Fna. Questa vivace piazza è stata dichiarata Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’UNESCO. Quasi tutti gli edifici che si affacciano sulla piazza sono ristoranti, caffè con splendide terrazze che consentono di vedere la piazza dall’alto.

Ricorda: possiamo adattare l’itinerario culturale 2 alle tue necessità.